U CANNUNI ONLINE

  

U CANNUNI ONLINE

 

Contatto-Indirizzo mail

 

Saraceno onlie

 

Ulteriori informazioni

 

 

 

 
 
 

 

SCHIANTO IN SCOOTER AL RITORNO DAL MARE, MUOIONO UN PAPÀ E LA FIGLIA 13ENNE
Fonte: today.it - 03/07/2020
TD Redazione
La tragedia tra Gatteo e Cesenatico. Vittima Donato Farro, militare dell'esercito originario di Marcianise (CE) e la figlia
Un padre e la figlia di 13 anni sono morti in un incidente nel tardo pomeriggio di ieri sera in provincia di Forlì-Cesena, tra Gatteo e Cesenatico.
Donato Farro, militare dell'esercito 44enne di stanza a Rimini, tornava dal mare a bordo di uno scooter insieme alla figlia, quando si è scontrato contro un mezzo pesante che proveniva nella direzione opposta. Lo scooter, un Yamaha T-Max, era in uscita da una rotatoria quando si è scontrato frontalmente con l'altro veicolo.

L'incidente è avvenuto sulla provinciale Rigossa, una strada considerata pericolosa e già teatro in passato di incidenti gravi, come ricorda CesenaToday.
Sul posto sono arrivati subito l'ambulanza del 118, un'auto medicalizzata, la polizia locale Unione Rubicone e Mare e i carabinieri. Farro è morto praticamente sul colpo mentre i soccorritori hanno cercato invano di rianimare la ragazzina. Sotto shock l'autotrasportatore coinvolto nell'incidente, un campano residente a Rimini, risultato negativo all'alcol test.

Padre e figlia morti in scooter, si cerca una testimone oculare
Si cerca un testimone, una donna che sarebbe transitata con l'auto proprio nel momento della tragedia e che si sarebbe allontanata subito dopo perché si trovava con due bambini piccoli. La polizia locale dell'Unione Rubicone e Mare ha inviato la donna a presentarsi perché la sua testimonianza potrebbe essere importante.
Farro era originario di Marcianise, in provincia di Caserta. Di stanza a Rimini, viveva a Savignano insieme alla sorella dopo la separazione della moglie, che viveva a Borghi con la figlia.

Su Facebook tanti i messaggi di cordoglio e affetto. Farro è descritto come una persona "solare, allegra, scherzava sempre. Era sempre a disposizione di tutti. Aveva una grande passione, una macchina d'epoca: il suo Maggiolino. In generale amava la vita". La figlia era "la cosa più cara che aveva".
Leggi articolo originale dalla fonte

 
Commenta/condividi questo articolo sulla nostre pagine fecebook:

U Cannuni online

 

Città di Mazzarino

 
 

 

   

 
 
 

© StudioGF Tutti i diritti sono riservati - Richiesta di rettifica - Cosa facciamoContatti